Menu
Scuola Online
Licei 13/12/2021

LABORATORIO #4 – Cura e servizio

Cura e servizio: avvicinarsi alle fragilità per comprendere sul campo il valore prezioso di una carezza: un gesto di cura. Conoscere il territorio e le sue molteplici realtà che assistono ogni giorno chi ha bisogno di uno sguardo e un abbraccio in più.
L’aiuto come istituzione, progettualità e impegno in costante evoluzione.

La 4^SU si fa testimone della bontà terapeutica dell’amicizia…a 4 zampe! Quella dei cavalli del Centro Ippico La rosa bianca di Zanica (Bergamo).

 

Mi sono divertita ed è stato anche molto interessante perchè sono riuscita a capire più nei dettagli in cosa consiste la pet therapy; inoltre mi è piaciuta l’idea di vederla direttamente sul campo, al maneggio.

Anna Gastoldi

 

È stata un’esperienza particolare che non avevamo mai fatto, siamo stati a contatto con gli animali e abbiamo scoperto come vivono e dove vivono, con una buona guida. L’unico difetto è che è durato troppo poco per entrare più profondamente nell’attività.

Michelangelo Manzari

 

 Bella uscita, l’ho apprezzata, in più i cavalli sono proprio carini.

Andrea Rovaris

 

L’uscita è stata oltre che divertente molto interessante. È stato molto piacevole trascorrere del tempo in un ambiente diverso da quello a cui siamo abituati e stare in mezzo agli animali, imparando a comunicare con loro e a immedesimarci nella loro mente. Non è stato affatto noioso anche perchè ci è stato consentito di entrare concretamente in rapporto con un cavallo, attraverso un’attività per far sì che si fidasse di noi.

Cristiana Clemente

 

L’esperienza del maneggio è stata molto bella e interessante, abbiamo visto un tipo di terapia molto giovane: la pet-therapy. Ciò consiste nel far fare delle attività ai bambini disabili con degli animali, come  cavalli o  pony. Non sono cavalli da corsa, ma animali che vivono in stalle specializzate e con delle regole vicine ai ritmi della natura. Sono stati scelti questi animali perché hanno molta empatia con l’uomo.

Giacomo Magoni

 

Il laboratorio fatto al maneggio é stata un’esperienza molto particolare e completamente differente dal nostro stile di vita. Ho trovato molto interessante le varie tecniche utilizzate dagli istruttori per insegnare  al bambino ad instaurare un rapporto con l’animale e di come potersi fidare di lui. Molto interessante è stato anche vedere quali esercizi logici si sottopongono ai bambini per insegnargli a compiere lavori tecnici e manuali di qualunque tipo, da imparare ad allacciare un gancio a quello di mettere il numero corretto di carote nelle ciotole per gli animali. É stata un’esperienza davvero bella e particolare che rifarei molto volentieri.

Giulia Gorietti


La pet therapy, come dimostrato durante il laboratorio, favorisce molto nel  bambino la creatività e la capacità di osservare. 
Si crea un rapporto affettivo con l’animale ed attraverso esso il bambino  affronta le difficoltà. Man mano che il percorso va avanti l’animale si lega sempre di più  all’essere umano e viceversa.  Questo rapporto animale-uomo può aiutare ad avere un miglior senso di  responsabilità nel bambino, lo porta a prendersi cura di un altro essere  vivente. È stato molto bello vedere come l’animale, nel nostro caso un cavallo,  possa aiutare e cambiare la quotidianità e la vita di un bambino.

Giulia Zenoni

L’esperienza del laboratorio a Zanica per la pet therapy è stata molto interessante.mi ha aiutato a comprendere il lavoro che ragazzi di tutte le età svolgono insieme ai cavalli con l’aiuto di una dottoressa. ci è stato spiegato come funziona la terapia e come questa li aiuti a vivere senza paure.

Lucia Boccasavia

 

L’uscita didattica presso il maneggio La Rosa Bianca mi ha fatto comprendere quanto sia  importante la presenza di un cavallo o di un animale in generale, nella vita dell’uomo.  È stata un’uscita molto educativa e interessante.

Lucrezia Fumagalli

 

 Ho trovato l’attività svoltasi al maneggio La Rosa Bianca a Zanica molto interessante. È stato molto bello capire come gli animali riescano ad aiutarci a superare le nostre difficoltà.  Mi ha colpito anche il forte legame che si crea tra il cavallo e l’uomo.

Miriam Esposito Apassiti

 

 Il 29 ottobre, noi ragazzi  di quarta liceo scienze umane siamo andati al maneggio a Zanica. Siamo arrivati lì e dopo una veloce presentazione, siamo entrati. La guida ci ha spiegato le attività che si fanno con i bambini piccoli prima di fargli incontrare e cavalcare un cavallo. Successivamente ci hanno presentato i vari cavalli che hanno al maneggio. Poi abbiamo interagito con un cavallo. Questa è stata un’esperienza utile per il percorso delle scienze umane che potrebbe aprire varie porte verso il futuro.

 Samuele Previtali

 

L’uscita al maneggio di Zanica è stata molto stimolante. All’inizio Abbiamo visitato gli spazi dove la pet-therapy si svolge: i ragazzi svolgono esercizi che aiutano nelle attività di tutti i giorni, poi ci sono stati mostrati i cavalli e i recinti in cui vivono. La cosa che più mi ha colpito sono le informazioni che ci ha dato la dottoressa. I cavalli sono animali molto empatici che si legano all’ambiente e alle persone con cui vivono, infatti si è notato subito come con la dottoressa avessero un rapporto speciale, si avvicinavano e cercavano il contatto. Capire come questi animali possano aiutare dei ragazzi con delle difficoltà è stato molto interessante, nonostante sia un tipo di terapia purtroppo ancora poco in uso e sconosciuta.

Veronica Mazza

 

Ritengo che quella al maneggio sia stata un’esperienza formativa, l’uscita é stata piacevole, interattiva e mi sono sentita accolta. Ho avuto l’opportunità di scoprire questo universo, a me ancora sconosciuto.

Chiara Cucitore

 

Non conoscevo nel dettaglio le caratteristiche della pet therapy e come si svolgesse. È stata un’uscita veramente interessante e formativa, la rifarei volentieri e la consiglio a tutti voi.

Sandra Russo

 

L’uscita al maneggio è stata una giornata molto interessante. Abbiamo imparato il funzionamento della pet therapy, come ad esempio le azioni svolte per aiutare i bambini con difficoltà nelle loro attività quotidiane. La trovo molto ammirevole.

Irina Ranzanici

 

Un’esperienza unica nel suo genere: divertente, emozionante, ma soprattutto istruttiva. Imparare stando all’aria aperta nel mezzo della natura è bellissimo.

Leonardo Bonazzi

 

Un’esperienza utile per abbattere i limiti e le catene della vita, che aiuta i ragazzini con difficoltà nel relazionarsi con gli altri, grazie a un metodo innovativo.

Riccardo Astori

Fondazione Opera Sant'Alessandro

Otto istituti scolastici e 170 anni di storia offrono un percorso educativo da 0 a 19 anni con una didattica all’avanguardia e di respiro internazionale